Testimonianza di Matteo Bergamini in data 8 maggio 2016

Mia piccola esperienza..

Un mese fa, circa, ho avuto una colica renale che si è manifestata in due crisi, nella stessa giornata..

Dopo quel giorno non ho più avuto problemi ma per essere certo della situazione risolta, su indicazione del medico ho effettuato un’ecografia, circa due settimane dopo, di giovedì.

Durante l’ecografia vedo l’ecografo che scruta entrambi i reni e in quello in cui si era manifestata la colica, noto che effettua vari passaggi (davanti e dietro..) dove il viso del medico si fa sempre più incredulo e un po’ allarmato …

Mi chiede se era passato molto tempo dalla colica.. gli dico circa 2 settimane e mi dice che nota un allargamento delle vie urinarie, all’uscita del rene, dove ipotizza (senza essere sicuro) che potrebbe esserci qualcosa che ostruisce il rene.. e quindi da renderlo sofferente.. Mi consiglia di fare una tac per verificare.. Un po’ allarmato torno al lavoro e la mia testa comincia a fare mille pensieri …  Al pomeriggio vado dal mio medico per farmi prescrivere l’esame da fare … Mi da l’impegnativa per l’esame.. dove so già che se non la prenoto privatamente, dovrò aspettare 15/20 giorni prima di sapere l’esito.. e quindi da avere un lungo tempo di attesa per sapere come effettivamente è la situazione..

Il venerdì penso a cosa è meglio fare.. e mi viene in mente che il giorno dopo devo andare a Milano per un corso e da qui l’idea di andare a trovare il buon Mario..

Il sabato mattina mi presento nel suo studio alle 08:30 e rifletto sul fatto che solitamente, quando vado da lui per i trattamenti, a parte il chiedergli come sta non chiedo mai niente …

Entrando nel suo ufficio:

Mario A.: buongiorno come va?

Io: abbastanza bene grazie.. e Lei come sta?

M.A.: Bene grazie… non lamentiamoci …

Io: Senta.. le posso chiedere una cosina..?

M.A. Ma certamente!

Io: Sto facendo degli esami per un problema ai reni..

M.A. : Calcoli …? (e mentre mi dice questa cosa, passa velocemente la mano destra sul rene sinistro senza che gli dicessi quale fosse il rene con i calcoli..)

Io: Sì.. è solo che devo fare degli ulteriori esami perché da una prima analisi l’ecografo non ha capito se ci sono delle complicanze.. e quindi mi ha consigliato di fare una TAC.. Le volevo chiedere se poteva dirmi un qualcosa in più..

M.A: (con un sorriso che più rassicurante di così.. penso non esista.. mi dice) Guardi.. potrebbe esserci qualcosa.. ma stia tranquillo che non è nulla di grave, Buona giornata!

Potete immaginare come mi sia cambiata la giornata in quel momento

Dopo due settimane, circa, effettuo la TAC .. e l’esito è che non è presente nessun tipo di ostruzione ma solo una ciste di acqua che a sentire il mio medico non sono nulla di preoccupante ma fenomeno abbastanza comune per chi, come me , soffre di calcoli …

GRANDE MARIO GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!